SPAGNA- ‘Aridaje, questa Spagna non ce la leviamo proprio di torno, ma per ottime ragioni. Senza girarci troppo intorno, siamo alla 53esima edizione del Trofeo Princesa Sofia, dove tutti, ma proprio tutti gli equipaggi della vela olimpica si riuniscono anno dopo anno. Ma chi sono i contendenti alle medaglie d’oro? E intanto oggi primo giorno, promessa una giornata con vento agitato...

De vuelta a Palma de Mallorca! Siamo ri-volati in terra spagnola, un’abitudine ormai, per la 53esima edizione del Trofeo Princesa Sofia, che anno dopo anno riunisce i big della vela olimpica come nessuna altra regata al mondo. A parte le Olimpiadi e il Campionato del Mondo World Sailing, che non sono esattamente la norma, visto che vengono corsi una volta ogni quattro anni.

Dopo quasi due settimane di vento forte e mare particolarmente agitato, con scene che ci hanno fatti ridere per non piangere e dove per fortuna tutti i coinvolti sono rimasti illesi, i partecipanti al 53° Trofeo Princesa Sofía Mallorca by Iberostar sembrano pronti per un’apertura abbastanza ventosa, prima che il vento inizi a cedere nei giorni a seguire.

La grande regata, che inaugura la stagione delle Coppe del Mondo 2024, è il primo evento dell’anno a riunire tutte e 10 le barche olimpiche in vista delle Olimpiadi questa estate. Quasi 850 barche, 1100 atleti provenienti da 76 nazioni diverse, scenderanno in acqua nella Baia di Palma, gareggiando da lunedì a sabato. Per molti paesi, questo tradizionale preludio alla stagione europea delle classi olimpiche è un evento di selezione olimpica.

Vediamo un po’ di possibili protagonisti internazionali

Max Maeder di Singapore ha vinto il Trofeo Princesa Sofía, assegnato al velista/ equipaggio con il maggior numero di bullets durante il corso dell’evento, lo scorso anno a soli 16 anni e attualmente si è imposto come il candidato più probabile per conquistare la medaglia d’oro nella classe Formula Kite.

Nella classe 470 Mista vediamo i favoriti della nazione ospitante, i Campioni del Mondo Jordi Xammar e Nora Brugman, tornare a gareggiare sulle stesse acque della Baia di Palma dove hanno conquistato il loro titolo mondiale in condizioni molto agitate un mese fa.

Le pressioni della selezione olimpica sono ora alleviate per i team come i Britannici Vita Heathcote e Chris Grube, vice campioni del mondo, e i Francesi Camille Lecointre e il suo equipaggio Jérémie Mion, mentre lo stress continua per coloro che ancora inseguono il biglietto dorato come i campioni del mondo 2023 Keiju Okada e Miho Yoshioka e Tetsuya Isozaki e Yuri Seki – che hanno guidato nelle prime fasi dei campionati mondiali qui – e soprattutto tra gli equipaggi della classe 470 tedesca.

Photo shooting for Musto, Palma, Mallorca. Images by Sailing Energy. ©Sailing Energy / Musto 25 March, 2024

La Francia ha scelto i suoi equipaggi nel Formula Kite, saranno infatti Lauriane Nolot e Axel Mazella, a rappresentare la nazione ospitante ai Giochi, lo stesso vale per Erwan Fischer e Clément Pequin, i primi Francesi a conquistare un titolo mondiale nella class 49er.

Nella classe 49er FX grandi assenti anche le campionesse del mondo Odile van Aanholt e Annette Deutz, il che dovrebbe lasciare alle campionesse olimpiche brasiliane Martine Grael e Kahena Kunze una forte possibilità di difendere il titolo di Palma vinto l’anno scorso, anche se le vice campionesse del mondo svedesi Vilma Bobeck e Rebecca Netzler e Jana Germani Giorgia Bertuzzi contendono il titolo alle brasiliane.

Da una flotta a piena forza, il britannico Micky Beckett si prepara a vincere il titolo Trofeo Princesa Sofía ILCA 6 per la terza volta consecutiva. Il campione olimpico e mondiale Matt Wearn è il velista più probabile a mettergli i bastoni tra le ruote in una regata che l’australiano ha iniziato con un punteggio alto nelle ultime due edizioni.

“In un certo senso sono sotto molta meno pressione rispetto allo scorso anno in questo periodo, poiché questo evento faceva parte delle nostre selezioni che erano stressanti, quindi voglio davvero godermi questa settimana.”

“Lunedì sembra che sarà un giorno di vento molto forte, che poi calerà-“ dice Beckett, “la flotta ha davvero raggiunto un punto in cui tutti sono stati costretti a diventare bravi in tutte le condizioni, me compreso.”

53 Trofeo Princesa Sofía Mallorca by Iberostar . © Sailing Energy / Princesa Sofía Mallorca 31 March, 2024

Tra gli ILCA 6, a contendersi la medaglia d’oro: la danese Anne Marie Rindom, la medaglia d’oro di Tokyo che ha vinto il suo quarto titolo mondiale ILCA 6 in Argentina a gennaio, l’olandese Marit Bouwmeester, che ha ottenuto il ticket per cercare di vincere la sua quarta medaglia olimpica, l’argento nell’edizione dello scorso anno Zoe Thomson, alla guida di un forte contingente australiano e l’ungherese Mária Érdi fresca di titolo europeo.

Dopo aver vinto il titolo Nacra 17 di Sofia qui l’anno scorso, John Gimson e Anna Burnet della Gran Bretagna non sono mai scesi dal podio in nessuna regata importante e più recentemente i vice-campioni olimpici hanno vinto anche il titolo europeo. I loro compagni di allenamento, i campioni olimpici Ruggero Tita e Caterina Banti, hanno confermato la loro selezione per Parigi 2024, e questa settimana potrebbe essere un test sul medagliere di Marsiglia.

Sam Sills ed Emma Wilson hanno aggiunto successi alle medaglie della Gran Bretagna lo scorso anno, entrambi vincendo le classi iQFOiL e entrambi saranno tra i principali contendenti il prossimo sabato quando si concluderà la gigantesca regata. A contendere il titolo a Sills sicuramente Nicolò Renna, appena incoronato Campione del Mondo e l’Olandese Luuc Van Opzeeland, nell’iQ FOiL femminile, oltre a Wilson: lo squadrone israeliano, con Tibi, Kantor e Peleg, la messicana Aguilar Chavez Peon e la spagnola Lamadrid Trueba.

53 Trofeo Princesa Sofía Mallorca by Iberostar. © Sailing Energy / Princesa Sofía Mallorca 30 March, 2024

Il 53° Trofeo S.A.R. Princesa Sofía Mallorca by Iberostar è organizzato congiuntamente dal Club Nàutic S’Arenal, dal Club Marítimo San Antonio de la Playa, dal Real Club Náutico de Palma, dalla Real Federación Española de Vela e dalla Federación Balear de Vela, con il supporto di World Sailing e delle principali istituzioni pubbliche delle Baleari.

Newsletter Saily