CON L’ULDB ACTUAL 46, BOMA ROTTO NELL’ULTIMA TEMPESTA – Il francese ha resistito in testa per l’intera regata, gli ultimi due giorni sono stati i più duri con onde di 6 metri. Il 6 marzo attesa a La Coruna Cole Brauer (USA), il 13 Andrea Mura con Vento di Sardegna (che si complimenta col vincitore)

© JEAN LUC GOURMELEM – France Live

Philippe Delamare ha vinto la prima GSC, il giro in solitario senza scalo con barche di dimensioni e classi diverse e partenze scaglionate. Dopo 147 giorni di mare e dopo aver passato i grandi capi, il francese è arrivato sul traguardo con il solo genoa mezzo rollato e la randa accasciata sul boma spezzato in due dopo che un onda ha fatto mettere l’albero in acqua tre giorni fa, il suo Actual 46 Mowgli ha planato a più di 8 nodi trionfando nella Global Solo Challenge sabato 24 febbraio alle 15:10.

Sul traguardo è stato accolto dal mitico navigatore francese Jean lic Van den Heede che lo ha seguito fin da prima della partenza. Non era il favorito per questo giro del mondo in solitario, il suo Actual 46 in alluminio ha prestazioni inferiori ad altre barche in gara.

CHI E’ PHILIPPE DELAMARE

Gli altri in gara: Cole Brauer (prima statunitense vicina a completare una circumnavigazione in solitario senza scalo) a 1800 miglia dall’arrivo (previsto il 6 marzo), Andrea Mura e Vento di Sardegna, ritmo veloce verso il terzo posto (arrivo 13 marzo).

ANDREA MURA E I COMPLIMENTI A PHILIPPE – Il messaggio di Andrea sulla sua pagina fb: “Vorrei fare i complimenti a Philippe Delamare per aver concluso per primo questa GSC. Ha condotto una regata esemplare dal punto di vista della navigazione. Quando sono partito, il 18 novembre, lui era già arrivato quasi in Australia svolgendo la sua regata dall’altra parte del mondo. Un concorrente che non ho avuto il piacere di conoscere e che spero di incontrare alla premiazione finale. Aver navigato intorno al mondo senza un avversario nelle vicinanze contro cui combattere è per me un’esperienza nuova, questi 100 giorni di navigazione sono stati una dura competizione con me stesso. Ancora grandi complimenti a Philippe Delamare per la sua vittoria e anche a Cole Brauer, giovane e promettente skipper che abbiamo imparato a conoscere e ad apprezzare in questa regata.”

Newsletter Saily