SEI MEDAGLIE (2 ORI, 3 ARGENTI, 1 BRONZO) E IL PRESTIGIO DEL NATIONS TROPHY – VIDEO, FOTO, COMMENTI, DICHIARAZIONI – Palcoscenico finale tricolore in festa per il trofeo come migliore nazione al mondo nella vela giovanile, non è una novità ma la finestra sul futuro è sempre più aperta! 8 su 15 atlete e atleti salgono sul podio (chi sono e cosa dicono), 6 medaglie su 10 classi, una squadra super. Ettorre: “Anno indimenticabile”. Sensini: “Che gioia, grazie a tutti!”

Gioia, emozione, soddisfazione, trionfo, difficile restare razionali dopo un Mondiale Youth del genere. La vela giovanile italiana ha abituato, da almeno una quindicina di anni, a successi internazionali importanti, quasi eccessivi secondo alcuni osservatori, ma alle vittorie, specialmente quelle con certi sorrisi, non ci si abitua mai! Youth Worlds di Buzios 2023 sarà ricordato a lungo: siamo venuti con una squadra di 15 atlete e atleti, selezionati dopo mesi di preparazione, raduni, affinamenti, attenzione fisica e mentale. Ripartiamo con 8 su 15 che hanno la medaglia al collo, vinta nel 60% delle discipline a presenza italiana (assenti solo nel Kite femminile).

In Brasile c’erano 420 veliste e velisti Under 19, dalla bellezza di 61 nazioni di tutti i continenti. La squadra più numerosa (17 elementi) quella degli USA, seguita dalla Spagna (16), quindi Italia e Gran Bretagna (15), Francia e i padroni di casa Brasile (14), Argentina e Polonia (13), Giappone, Canada, Germania, Slovenia, Turchia e Svizzera (12), Nuova Zelanda e Olanda (11), Portogallo e Ungheria (10), per stare solo a chi aveva una squadra a doppia cifra.

VIDEO HIGHLIGHTS DAY 5

NATIONS TROPHY A CORTE LAMBRUSCHINI! – Il trofeo challenge che il Mondiale Youth assegna ogni anno alla migliore nazione vola al sedicesimo piano del palazzo FIV di Genova. E’ la quinta volta che l’Italia conquista il trofeo, e con questo supera di slancio Australia e Gran Bretagna (che restano a 4), al secondo posto dietro la Francia (12 vittorie, cinque delle quali di seguito dal 1997 al 2001). Le altre vittorie italiane del Nations Trophy sono del 2006, 2013, 2016 e 2017.

Non è cosa da poco e le corazzate veliche che inseguono l’Italia confermano che questo risultato è frutto di progettualità, pianificazione, investimenti, ricerca, scelta di professionalità giuste, analisi, coinvolgimento del territorio (Zone, Circoli e allenatori), e poi di un lavoro costante, serio. I giovani o giovanissimi atleti si riconoscono in questo progetto e si sentono responsabilizzati a dare il massimo, pur nei limiti e nell’equilibrio della loro età e della crescita che stanno vivendo come persone, uomini e donne del futuro. Sinceramente, è difficile trovare un ecosistema migliore per lo sviluppo non solo di sportivi e campioni, ma anche di adulti di domani.

L’Italia celebra la vittoria del Nations Trophy (Photo: Gabriel Heusi/World Sailing)

LE 6 MEDAGLIE AZZURRINE DI BUZIOS 2023

ORO 420 M – Adriano Quan Cardi e Mattia Tognocchi (CV Antignano)

ORO ILCA 6 M – Mattia Cesana (Fraglia Vela Riva del Garda)

ARGENTO ILCA 6 W – Emma Mattivi (Fraglia Vela Riva del Garda)

ARGENTO 29er M – Alex Demurtas e Giovanni Santi (Fraglia Vela Riva del Garda)

ARGENTO iQFOiL M – Leonardo Tomasini (Circolo Surf Torbole)

BRONZO FORMULA KITE M – Riccardo Pianosi (Marina Militare)

GARDA OMBELICO DELLA VELA MONDIALE, E NEL 2024… – Ben tre medaglie ad atlete e atleti della Fraglia Vela Riva, inesauribile fabbrica di regate e campioni, una quarta gardesana grazie al vicino Circolo Surf Torbole, altra enclave di cultura del windsurf e dello sport. Il Garda Trentino ringrazia la natura che gli ha regalato un campo di gara ineguaglabile per discipline con acqua e vento, ci aggiunge il suo orgoglio e la sua gente, vince e convince. E a giugno del 2024 sarà anche vetrina proprio del prossimo Youth Sailing World Championship. Cosa volete di più?

Le sei medaglie, gli 8 medagliati sono il distillato di una piattaforma delle Squadre Giovanili FIV che conta oltre 100 nomi, gestiti con mano ferma ed entusiasmo contagioso dai riccioli d’oro di Alessandra Sensini, un tesoro (nel senso prezioso del termine) in grado di vincere nello sport come principio di vita, che ha saputo creare attorno a se un gruppo di intelligenze e abilità dallo staff tecnico giovanile FIV ai collaboratori per la preparazione atletica, per quella mentale, alla collaborazione chiave con la Scuola dello Sport del CONI. Una bella storia, della quale andare fieri, e da raccontare tanto in giro, da far conoscere nei dettagli, nelle persone, nei valori. Mettiamo in vetrina questi giovani campioni dello sport più bello in circolazione, che ispirino i propri coetanei, conquistiamo (oltre al Nations Trophy) anche spazi sui media! Ci hanno regalato la più bella favola di Natale! Buone feste, buona scuola e a presto. Per ricominciare.

Il presidente FIV Francesco Ettorre con tutta la squadra alla partenza per il Brasile

IL PRESIDENTE FIV FRANCESCO ETTORRE: “SI CONCLUDE UN ANNO INDIMENTICABILE” – “Ieri abbiamo festeggiato la vittoria di un Mondiale giovanile 420 con un giorno di anticipo con grande emozione, sapendo che oggi ci saremmo giocati le nostre carte in tantissime altre classi. Siamo arrivati con una squadra giovanile davvero molto forte. Ma quello che conta non è come si arriva al Mondiale ma come lo si finisce. Abbiamo avuto un crescendo costante che dimostra come il lavoro svolto in preparazione di questo appuntamento abbia dato i propri frutti. I ragazzi hanno dimostrato bravura, carattere, concentrazione, fame: tutte prerogative che dovranno coltivare nel loro percorso di velisti per continuare a trovarsi ai vertici mondiali.

Bravi tutti, a partire da Alessandra Sensini e i Tecnici Federali Chicco Caricato, Daniel Loperfido e Gigi Picciau, per passare ai tecnici di Circolo fondamentali nel percorso di crescita dei nostri atleti. Per l’Italia era un grande appuntamento perché prelude agli Youth Sailing World Championships 2024 che si svolgeranno sul Garda. Per noi un appuntamento che definisco storico e che ci vedrà impegnati alla realizzazione di un progetto mai realizzato in precedenza. Questa sera ritirerò la bandiera che verrà issata durante i mondiali che si svolgeranno in Italia. La Vela sa far vivere emozioni uniche. Si conclude un anno indimenticabile.”

Alessandra Sensini, Direttore Tecnico Giovanile FIV – “Che gioia! 6 medaglie e il Trofeo delle Nazioni—non potrei essere più felice! Sapevamo di avere atleti eccezionalmente forti nelle singole classi, ma è stato durante il collegiale a Civitavecchia due settimane fa che ho capito di avere di fronte una vera squadra, e questo ha fatto tutta la differenza. Ha dato a ognuno di loro la forza per affrontare un campionato mondiale diverso dagli altri. Si respirava determinazione, concentrazione e unità. Anche oggi, con condizioni di vento forte, le prime regate sono iniziate alle 9:30 e solo 420 maschile, 29er femminile e kite maschile non hanno disputato gare.

Dopo l’oro di ieri di Cardi-Tognocchi, è arrivato quello di Mattia Cesana, che ha lottato come un leone e ha finalmente conquistato l’unico oro che gli mancava. Argento per De Murtas-Santi, hanno pagato il prezzo della prestazione del primo giorno quando non sono entrati in regata; altrimenti, avrebbero lottato per l’oro con i francesi. Argento per Emma Mattivi che si è esibita in tutte le condizioni e oggi ha dato una grande dimostrazione di carattere difendendo la sua posizione con vento molto forte. Argento per Leonardo Tomasini che ha guidato per tutta la settimana, ma negli ultimi due giorni di vento molto forte, il concorrente polacco ha mostrato una marcia in più. Infine bronzo per Riccardo Pianosi dopo una settimana solida di competizione contro il singaporiano (campione del mondo senior) e il cinese, con cui lotta costantemente nella flotta senior. Purtroppo, alcuni contrattempi, tra cui un guasto e una squalifica, lo hanno penalizzato.

“Voglio esprimere la mia gratitudine e congratularmi con i tecnici federali qui presenti: Chicco Caricato, Gigi Picciau e Daniel Loperfido. L’attenzione e il lavoro richiesti per questa trasferta non sono semplici, e l’esperienza di averla fatta per molte edizioni (da quando ricopro questo ruolo, ho avuto Caricato e Picciau sempre al mio fianco) è fondamentale per uscirne vincenti. Voglio esprimere la mia gratitudine a Tito Morosetti, che ci segue costantemente durante la formazione e soprattutto durante gli eventi più importanti come advisor e che in questi giorni è stato fondamentale! La presenza del Presidente è stata un valore aggiunto. Vorrei ringraziare anche Paolo Benini, che ci ha supportato nella fase finale di avvicinamento alla squadra, lavorando sia sugli atleti che sui tecnici; i preparatori atletici del CONI Francesca Ambruoso, Andrea Di Castro e Andrea Cardone che supportano i nostri giovani talenti da 3 anni. Infine, i miei complimenti agli allenatori del Circolo degli atleti per l’incredibile lavoro svolto. Che successo straordinario per tutti noi!”

E ADESSO SENTIAMO LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Buzios, Brazil – Day 03 at the 2023 Youth Sailing World Championships, on December 10, 2023 in Buzios, Brazil. (Photo: Gabriel Heusi/World Sailing)

Mattia Cesana (oro, ILCA 6 M) “La competizione è stata estremamente impegnativa poiché ci siamo trovati ad affrontare condizioni meteorologiche molto variabili, passando da venti leggeri a forti. Non è stato affatto semplice, considerando la compatta flotta di partecipanti, tutti di alto livello; un attimo di distrazione poteva costare punti cruciali. Sono soddisfatto della mia performance, specialmente considerando come ho reagito dopo i primi due giorni non brillanti. La mia reazione è stata molto positiva, e spero di poter continuare così!”

Buzios, Brazil – Day 03 at the 2023 Youth Sailing World Championships, on December 10, 2023 in Buzios, Brazil. (Photo: Gabriel Heusi/World Sailing)

Emma Mattivi (argento ILCA 6 W) – “Sono soddisfatta del risultato ottenuto anche se speravo di vincere, ma sicuramente una medaglia d’argento non è da buttare. Abbiamo avuto condizioni diverse tutti i giorni e il campionato si è concluso con due giorni di forte vento e onda, condizioni che mi hanno messo a dura prova. Ho dato il massimo ogni prova che ho fatto e ho lottato fino alla fine con le unghie e con i denti. Ringrazio la federazione che mi ha accompagnato in questo viaggio, ringrazio la Fraglia Vela Riva che mi ha supportato da casa e ringrazio tanto la mia famiglia, che ha sempre creduto in me! Grande fine stagione, ora inizia il 2024!”

Alex Demurtas (argento 29er M) – “sono stati cinque giorni di regata molto lunghi e con condizioni variabili, abbiamo avuto delle difficoltà il primo giorno di regate ma poi ci siamo ripresi alla grande, concludendo con un’ottima medaglia d’argento. Purtroppo lo scivolone del primo giorno non ci ha permesso di pensare ad una medaglia d’oro, ma siamo comunque contenti del nostro risultato perché ci abbiamo messo tutto il nostro impegno e le nostre capacità. È stato bello condividere questa esperienza con una squadra molto affiatata e unita, che ringrazio per averci sempre supportato così come ringrazio i tecnici che ci hanno accompagnato.”

Giovanni Santi (argento 29er M) – “É stato un campionato molto lungo e vario, abbiamo regatato con tutte le condizioni in una flotta di altissimo livello, purtroppo ci siamo persi qualche punto per strada soprattutto nella prima giornata di regata comunque siamo molto contenti della medaglia d’ argento che abbiamo ottenuto. Vorrei anche ringraziare tutta la squadra e i tecnici che ci hanno supportato e incoraggiato durante questa bellissima esperienza.”

Buzios, Brazil – Day 03 at the 2023 Youth Sailing World Championships, on December 10, 2023 in Buzios, Brazil. (Photo: Gabriel Heusi/World Sailing)

Leonardi Tomasini (argento windsurf iQFOiL M) – “È stata una regata molto intensa perché abbiamo svolto il massimo delle prove in programma. Sono contento di essere riuscito a difendermi bene in tutte le condizioni meteo, rimanendo costante nei risultati. Ringrazio i tecnici della Federazione per il supporto in regata e per aver creato un clima solidale tra tutto il team Italia”

Buzios, Brazil – Day 02 at the 2023 Youth Sailing World Championships, on December 10, 2023 in Buzios, Brazil. (Photo: Gabriel Heusi/World Sailing)

Riccardo Pianosi (bronzo, Formula Kite M)“Questa regata è stata particolarmente impegnativa, con un livello di competizione estremamente elevato, soprattutto tra i primi tre partecipanti, ovvero io, il cinese e il singaporiano, con i quali ci siamo sfidati fin dal primo giorno. Sono riuscito a mantenere il comando nella classifica alla fine della prima giornata, e anche nella seconda giornata le cose sono andate abbastanza bene. Tuttavia, ho incontrato alcune difficoltà nella terza giornata, dove purtroppo ho subito una rottura e ho affrontato una protesta che mi ha penalizzato. Oggi, nell’ultima giornata, le regate sono state annullate a causa del forte vento. È stata un’esperienza intensa e gratificante, soprattutto grazie al supporto di un team eccezionale. Quest’anno abbiamo formato davvero un gruppo coeso e sono soddisfatto dei risultati ottenuti e di come ci siamo supportati reciprocamente ogni giorno. È stata un’esperienza straordinaria!”

Carola Colasanto (windsurf iQFOiL W, quarta classificata) – “E’ stata un’esperienza meravigliosa: confrontarmi con queste atlete che sono le migliori della mia generazione. Sono stata tra i primi posti, migliorando gradualmente nei primi tre giorni, ma devo continuare a lavorare intensamente per consolidare i miei punti di forza ed evitare errori in futuro. Ho imparato molto in questo evento, perché la tensione e la competitività erano altissime. Ringrazio tutto il team, gli allenatori ed i dirigenti della federazione per questa grande opportunità. Infine vorrei complimentarmi con le avversarie per questa settimana di sport e di intense emozioni.”

Buzios, Brazil – Day 02 at the 2023 Youth Sailing World Championships, on December 10, 2023. (Photo: Gabriel Heusi/World Sailing)

Alessandro Vargiu e Carolina Vargiu (Nacra 17) – “Abbiamo appena concluso il mondiale World Sailing qui in Brasile. È stata una regata molto lunga caratterizzata da condizioni meteorologiche varie. Abbiamo concluso in settima posizione dando il massimo in ogni prova, purtroppo il risultato non è quello a cui aspiravamo ma abbiamo imparato tanto da questa regata e cercheremo di migliorare sempre di più. Ringraziamo la Federazione che ci ha dato questa grande opportunità e il tecnico Gigi Picciau che ci ha aiutato e sostenuto tutta la regata e nel nostro percorso di preparazione.”

Emma Maltese e Elena Urti (420 W) – “Siamo arrivate qui a Buzios con un solo obiettivo: dare il massimo. Abbiamo lottato contro le condizioni che non ci erano favorevoli e non abbiamo mai mollato, neanche nei momenti di sconforto. Torniamo a casa con un po’ di amaro in bocca, ma sappiamo di aver dato il 100% ogni giorno, ad ogni singola prova. Siamo orgogliose di tutto il team Italia!”

Malika Bellomi e Beatrice Conti (29er W) – “È stato un campionato indimenticabile, purtroppo caratterizzato da qualche squalifica di troppo che non ci ha permesso di salire sul podio della nostra classe.  Nonostante tutto noi non abbiamo mai mollato e abbiamo dato sempre il nostro massimo per far si che tutto il team Italia raggiungesse il gradino più alto del podio. Siamo infinitamente felici di far parte di questo team e di aver contribuito per il super risultato finale”

Buzios, Brazil – Day 03 at the 2023 Youth Sailing World Championships, on December 10, 2023 in Buzios, Brazil. (Photo: Gabriel Heusi/World Sailing)
Quan Cardi e Mattia Tognocchi tra i tecnici FIV Chicco Caricato (sx) Gigi Picciau (al centro) e il Presidente FIV Francesco Ettorre

Quan Adriano Cardi (oro 420 M) – “Dal primo giorno, sentivamo la pressione e ci siamo concentrati sull’obiettivo. Eravamo consapevoli di avere tutte le carte in regola: eravamo la quarta nazione più forte al mondo, e sin dal primo giorno ci siamo classificati al primo posto. Solo nel secondo giorno siamo scesi al secondo posto, a pari punti con il primo classificato, i francesi. Da quel momento, però abbiamo creato un notevole distacco poiché lui aveva un OCS. Attualmente, abbiamo mantenuto la nostra posizione con un quarto posto come scarto. Abbiamo vinto in anticipo perché, anche senza regatare domani, siamo in vantaggio grazie al nostro esiguo scarto. Siamo stati costanti, più della flotta in generale, con un quattro come scarto, mentre gli altri hanno ottenuto posizioni peggiori. Avevamo un focus costante, trattando ogni giorno come se fosse l’ultimo, dando il massimo sforzo. Devo ringraziare Gigi Picciau, Ale Sensini, tutti i tecnici federali e Francesco Caricato in particolare, che ci ha assistito in un evento molto impegnativo. Le condizioni erano variabili, ma ci siamo dimostrati l’equipaggio più forte in ogni condizione. L’ultimo giorno è stato decisivo; abbiamo seguito attentamente il francese, il nostro avversario più forte, e abbiamo vinto il campionato del mondo. Come diciamo sempre, ‘la sorpresa è dalla nostra parte!'”

Mattia Tognocchi (oro 420 M) – “Quattro giorni di regata estremamente intensi e impegnativi. Il nostro obiettivo era mantenere una costanza per ottenere un vantaggio, una sorta di margine che ci permettesse di vincere il campionato in anticipo. E così è stato. Abbiamo gareggiato con la mente, senza l’ossessione di vincere ogni singola prova, ma piuttosto puntando alla costanza e completando tutte le gare al meglio. Questa strategia, fortunatamente, ha dato i suoi frutti. Il nostro successo è stato reso possibile anche grazie al coeso spirito di squadra, un gruppo unito che ci ha regalato immense gioie e soddisfazioni. La loro presenza ci ha motivato ogni mattina, influenzando positivamente le nostre performance. Voglio menzionare anche il nostro allenatore (Chicco Maltinti ndr), che, il giorno prima della partenza ci ha comunicato la tragica notizia della morte di sua sorella: questo ci ha spronato ulteriormente a lottare per portare a casa il titolo mondiale.”

ULTIM’ORA 15 DICEMBRE 16:00 – Dopo l’oro anticipato di ieri nel 420 con Adriano Quan Cardi e Mattia Tognocchi (Circolo Velico Antignano), nel venerdi finale arriva il secondo oro con Mattia Cesana (Fraglia Vela Riva) nell’ILCA 6 maschile, e poi in sequenza: l’argento ILCA 6 femminile di Emma Mattivi (Fraglia Vela Riva), l’argento di Leonardo Tomasini nel windsurf iQFOiL (Circolo Surf Torbole), l’argento nel 29er maschile/misto di Alex Demurtas e Giovanni Santi (Fraglia Vela Riva), e infine il bronzo nel Kite di Riccardo Pianosi (Marina Militare).

Per un soffio sfuma la settima medaglia, nel windsurf iQFOiL femminile, Carola Colasanto (Tognazzi Marine Village) chiude al 4° posto a soli 5 punti dal podio, ma contribuisce al successone di squadra.

Le classifiche sono ancora provvisorie ma le medaglie azzurrine brillano da così lontano!

L’Italia attende adesso la classifica definitiva del Nations Trophy, che ha comandato dal primo giorno, e alla premiazione in serata sarà il momento dei fuochi d’artificio. E’ un grande giorno per la vela italiana e per quella giovanile in particolare: un Mondiale Youth con numeri da capogiro, il modo migliore per dare arrivederci al grande evento Youth Sailing Worlds di Garda Trentino 2024.

LE FOTO DEI PODI AZZURRI!

Podio 420 M, oro Adriano Quan Cardi e Mattia Tognocchi
Podio ILCA 6 M, oro Mattia Cesana
Podio ILCA 6 W, argento Emma Mattivi
Podio iQFOiL, argento Leo Tomasini
Podio 29er, argento Alex Demurtas e Giovanni Santi
Podio Kite, bronzo Rick Pianosi
Oooooooooooooooooooh!
La bandiera di WS consegnata al presidente FIV Ettorre per l’organizzazione dei prossimi Youth 2024

A RIFLETTORI SPENTI… PARLANO I TECNICI FEDERALI PICCIAU, CARICATO E LOPERFIDO

(Federvela.it) Spenti i riflettori sulla cerimonia di chiusura degli Youth Sailing World Championships la parola passa a chi dietro le quinte ha lavorato per portare gli atleti al meglio della condizione in questo momento della stagione. Lo staff Federale presente a Buzios ha iniziato da lontano questo percorso e nei giorni in Brasile ha supportato costantemente i ragazzi esaminando quotidianamente strategie e tattiche da mettere in pratica in acqua.

Gigi Picciau: ” La competizione è stata un’entusiasmante sfida, che ha messo tutti a dura prova dovendo affrontare una varietà di condizioni meteorologiche. Grazie a una squadra di livello eccezionale e al significativo impegno e preparazione preliminare, su cui desidero mettere l’accento, siamo riusciti a raggiungere prestazioni di assoluto valore. La vittoria in questa competizione è da condividere con tutti i tecnici degli atleti e, in particolare nella categoria 420 M/Mix, è in gran parte merito del lavoro quotidiano straordinario di Chicco Maltinti.

“La preparazione di un campionato di questa portata richiede una qualità di lavoro eccezionale svolta durante l’anno, e con orgoglio posso affermare che tutti noi, sia come staff che come atleti, abbiamo dedicato un impegno intenso. Voglio esprimere gratitudine anche ad Alessandra Sensini, sempre impegnata a dare il massimo e a tirare fuori il massimo da tutti e al presidente Ettorre, che ha presenziato in modo discreto e positivo, creando un ambiente confortevole per i ragazzi senza esercitare pressioni eccessive. Quest’anno è stato un trionfo, con il raggiungimento di obiettivi ambiziosi e la quasi completa realizzazione di ciò che speravamo. Un sentito ringraziamento a tutti i colleghi per il contributo prezioso in questa avventura.”

Chicco Caricato: “Si è concluso un Campionato molto impegnativo: ogni giornata ha portato con sé nuovi scenari e condizioni, con il vento che è passato da leggero a oltre 20 nodi negli ultimi due giorni. La nostra squadra ha dimostrato una notevole capacità di adattamento a queste variazioni, mantenendo comunque una performance costante. Affrontare una flotta di altissimo livello ha reso ogni gara un’opportunità per mettere alla prova le abilità tecniche dei nostri atleti, ma è stata la determinazione e la voglia di primeggiare che hanno fatto davvero la differenza: questi risultati si ottengono lavorando prova dopo prova, con costanza senza buttare via nulla.

“Nel cuore di tutto ciò, lo spirito di squadra è stato il nostro asso nella manica, un elemento fondamentale che ha creato un legame speciale tra gli atleti e ha contribuito a superare ogni ostacolo. Insieme, abbiamo affrontato le sfide, celebrato i successi e creato un ambiente positivo e collaborativo che ha reso questo campionato un’esperienza indimenticabile per tutti noi.”

Daniel Loperfido: “La trasferta di Buzios è iniziata questa estate, nel momento in cui è stata scelta la squadra che vi avrebbe preso parte. Prima  di partire c’è stato il collegiale a Civitavecchia per mettere a punto gli ultimi dettagli e fare squadra (molte classi non si incontrano durante l’anno).

“La squadra quest’anno era forte in quanto vantava alcuni titoli mondiali ma poi per concretizzare c’è bisogno di mantenere quel clima motivazionale che cresce giorno dopo giorno. Il primo giorno di regate tanti equipaggi sono partiti col piede giusto e hanno fatto da traino a chi ha tentennato nella giornata iniziale: alla fine tutti volevano ben figurare e, al di là del risultato raggiunto, non si sono risparmiati. In particolare è stato bello vedere equipaggi distanti dal podio contenti a fine giornata di aver dato il proprio contributo alla vincita del trofeo per Nazioni che abbiamo meritato.”

Newsletter Saily