I Class40 tornano in pista questo week end con la quattordicesima edizione della CIC Normandy Channel Race e sarà spettacolare. La regata in doppio riservata ai Class40 parte questa domenica da Caen per un giro di circa 1.000 miglia tra Manica e Mar Celtico. L’evento ideato e organizzato da Sirius Evénements batte quest’anno tutti i record di partecipazione con la bellezza di 34 barche iscritte tra cui i Class40 più in vista della flotta, a cominciare dagli attuali leader della classifica dedicata al campionato Class40, ovvero Alla Grande-Pirelli del milanese Ambrogio Beccaria e IBSA del torinese Alberto Bona. 

TEASER CIC NORMANDY RACE 2023

Beccaria, che aveva vinto la scorsa edizione della Normandy Channel Race con Ian Lipinski (dopo un’epica battaglia risolta all’ultimo bordo), avrà quest’anno il giovane francese Kevin Bloch come co skipper per cercare di difendere il titolo e sviluppare ulteriormente la barca, il primo esemplare di Musa 40 (progetto Guelfi/D’Angeli, costruito da Sangiorgio Marine che sta ultimando la costruzione di altri due esemplari).

AMBROGIO E LA SECONDA VOLTA… “È la seconda volta che partecipo alla Normandy Channel Race”, dice Ambrogio Beccaria. “È una regata che amo molto nonchè una delle più importanti dell’anno perché raduna i Class40 più nuovi e gli skipper più forti. È anche estremamente competitiva perchè, essendo nel pieno della stagione, arriviamo tutti molto allenati. Quest’anno partecipo in doppio con Kevin Bloch, un velista francese di grande talento, che non si fa mai prendere dalla fretta e approfondisce sempre ogni questione. Mi sembra un’ottima opportunità per rendere ancora più forte “Alla Grande – Pirelli”. L’obiettivo è sicuramente quello di salire sul podio”.

Chi è il co-skipper di “Alla Grande – Pirelli” alla Normandy Channel Race: Kevin Bloch (FRA), ventisette anni, nato a Aix-les-Bains, ingegnere nautico, ha già partecipato a molte prestigiose regate oceaniche tra cui la Transat Jacques Vabre nel 2021. Di recente ha fatto il record di velocità in equipaggio a bordo dell’Imoca Charal 2 capitanato da Frank Cammas. È alla sua terza NRC ed è già stato a bordo di “Alla Grande – Pirelli” lo scorso febbraio per la RORC Carribean 600.

Difendere il titolo. Ha lo stesso obiettivo Ian Lipinski: il recente vincitore della Défi Atlantique torna, sempre con Antoine Carpentier come co skipper e con la stessa barca, ovvero il mitico Crédit Mutuel (primo scow progettato da David Raison) che aveva vinto sul filo la scorsa edizione della Normandy Race. Alberto Bona invece partecipa per la prima volta a questa regata ma sarà accompagnato dallo spagnolo Pablo Santurde che l’ha già vinta due volte (nel 2016 e nel 2017).

Anche Axel Tréhin e Nicolas Troussel hanno già vinto la Normandy Race, rispettivamente nel 2021 e nel 2015, e quest’anno hanno deciso di unire le forze a bordo di Projet Rescue Ocean per cercare di riconquistare il trono normanno.

Départ de la CIC Normandy Channel Race, remontée fu Canal à Caen la Mer Caen le 15 mai 2022 Photo © Jean-Marie LIOT #CICNCR2022

Livello stellare

Oltre a questi team che hanno già animato l’inizio di stagione Class40, il bello di questa edizione della CIC Normandy Race è che sui 34 partenti ci sono tanti altri equipaggi da tener d’occhio tra cui una mezza dozzina in grado di dare filo da torcere ai protagonisti citati sopra. Ne citiamo soltanto tre (QUI la lista completa):

– Fabien Delahaye e Corentin Douguet a bordo di Legallais (un Mach 40.5 di ultima generazione, progetto Manuard, gemella di IBSA) 

– Achille Nebout e Gildas Mahé, due figure di spicco della classe Figaro, a bordo di Amarris (un Lift2, progetto Lombard)

– Xavier Macaire e Pierre Leboucher a bordo di Groupe Snef (un Pogo S4, progetto Verdier) protagonista sfortunato della scorsa Route du Rhum dopo un bel inizio.

Présentation officielle des skippers sur le podium du village de la Normandy Channel Race 2018, à Caen le 26 mai 2018 Photo Jean-Marie LIOT / NCR

Da segnalare infine: 

– la presenza di Vincent Riou, il vincitore del Vendée Globe 2004 è co skipper della barca Crosscall di Aurélien Ducroz (ex freerider di snowboard di alto livello

– la partecipazione di Pietro Luciani. Dopo aver fatto parte dell’equipaggio di IBSA durante la Défi Atlantique,  lo skipper veneziano torna alla Normandy Race a bordo di Dékuple (Clak 40, progetto VPLP) con il francese Hugo Picard

– Joe Lacey e Andrew Hurst a bordo del Pogo S4 Seahorse Magazine, l’esordio di un secondo equipaggio britannico che si aggiunge a quello di Tquila (Alister Richardson e Brian Thompson)

– L’esordio dell’equipaggio tedesco di Think Big – Think Social di Lennart Burke e Melvin Fink (altro Pogo S4).

Partenza domenica 4 giugno quindi, verso le 15. Tutta da seguire su Saily.it.

CAPITO QUANTA ITALIA C’E’ IN OCEANO? SOGNI, BARCHE E MARINAI, SAILY NAVIGA CON LORO, E VE LO RACCONTA! SCOPRITE LA NUOVA SERIE SU SAILY TV

Newsletter Saily