Possiamo dividere la Lanzarote International Regatta in due stagioni differenti. Abbiamo finito la prima stagione ieri, con i 470, i 49er e i 49er FX e ora iniziamo la seconda parte, con le classi foil IQ Foil e Nacra 17. Avevamo lasciato Lanzarote sotto una tempesta di sabbia proveniente dal Sahara, ma ritroviamo l’isola con un sole splendente, con condizioni di vento spettacolari tra i 14 e i 17 nodi. Sul fatto che le giornate siano impegnative, non c’è dubbio, né si può dubitare dell’alta preparazione di tutte le flotte presenti, basta guardare l’up-down generale dei risultati per capirlo.

NACRA 17

La flotta dei Nacra 17 ha dovuto affrontare grandi onde, ma anche decisioni strategiche e tattiche, dato l’umore tutto sommato variabile del vento. Per scelta tecnica non ci sono equipaggi italiani in gara in questa classe.

Micah Wilkinson ed Erica Dawson (NZL) hanno vinto due delle tre regate disputate e si sono portati in testa alla classifica davanti a Mateo Majdalani ed Eugenia Bosco (ARG), che hanno vinto l’ultima prova nel pomeriggio. Gli argentini sono secondi, a pari punti con Laila van der Meer e Bjarne Bouwer (NED), terzi.

Sarah Newberry-Moore e David Liebenberg (USA) occupano il 10° posto in classifica generale e cercheranno di risalire la flotta. Allenata dall’austriaco Thomas Zajac, medaglia di bronzo olimpica, Newberry-Moore si sta godendo l’esperienza di Lanzarote. “David e io ci stiamo allenando qui da circa cinque settimane e siamo qui per il vento e le onde e perché gran parte della flotta si è stabilita qui per l’inverno”. È anche madre di un bambino di 20 mesi, il che crea ulteriori sfide per la giornata lavorativa. “Essere qui con il bambino è stato piuttosto eccitante. È fantastico poter viaggiare con lui. Stiamo trovando un equilibrio, e anche il mio allenatore Tom ha un bambino di un anno, quindi stiamo vivendo cose simili insieme. La mattina giochiamo con le macchinine e poi scendiamo al parco delle barche per allenarci e gareggiare”. Per quanto riguarda le regate, Newberry-Moore ha commentato: “All’inizio della giornata c’era una brezza che si è attenuata gradualmente, ed è stato molto difficile tenere la testa fuori dalla barca e allo stesso tempo farle attraversare le onde. C’era mareggiata mista a chop, e si potevano avere alcuni tratti lisci in cui ci si sentiva veloci e facili, e poi alcuni momenti davvero increspati, quindi c’era molta concentrazione.”

Lanzarote International Regatta 2023. © Sailing Energy 14 February, 2023

IQ FOIL

Si può dire che, ormai, la flotta IQ Foil è di casa a Lanzarote. Li avevamo lasciati due settimane fa con gli IQ Foil International Games, con qualche dramma di fine campionato, qualche caduta, e li ritroviamo più splendenti che mai a questo nuovo appuntamento in questo angolo di paradiso delle Canarie.

Tra le donne Mariana Aguilar (MEX) ha vinto la prova di apertura, seguito da un settimo posto nella successiva. “Vincere la prima regata è stata una bella sensazione”, ha dichiarato la messicana. “Ho visto l’intera flotta dietro di me, che mi inseguiva, e mi sono detta: ‘Questa è la mia gara’, e ho dato il massimo. È stato un bel momento tagliare il traguardo in testa”.

Aguilar ama allenarsi nel clima caldo del Messico, ma ammette che Lanzarote è una forte rivale per i suoi affetti. “Sicuramente questo è un ottimo posto per allenarsi ed è impegnativo. Abbiamo avuto tutte le condizioni. Voglio dire, venti molto forti con onde enormi, ma anche acqua piatta e venti leggeri. Il vento può provenire da tutte le direzioni, quindi ci sono tutti gli scenari”.

Forse è anche il clima caldo che si respira tutto l’anno in Israele a rendere così forte la squadra femminile. Nelle prime fasi la squadra israeliana sta dominando la top 10, con Sharon Kantor al primo posto davanti ad Aguilar con punteggi di 2,5. Israele detiene anche il 3°, 4°, 5° e 8° posto in classifica generale, inseguendo il successo ottenuto durante gli IQ Foil International Games.

In gara anche Marta Maggetti e Giorgia Speciale, anche loro ormai in pianta stabile a Lanzarote. Marta comincia subito con un settimo posto (12-3), posizionandosi già dal primo giorno in top 10, mentre Giorgia è in quattordicesima (15-15).

Sam Sills (GBR) ha avuto una giornata stellare e con 1,2 ha conquistato la vetta della classifica IQ Foil uomini. “È stata una giornata piuttosto pesante, con onde grandi ma anche venti difficili”, ha detto Sam. “Sono stato molto contento di ottenere questi punteggi, perché la flotta è molto numerosa ed è piuttosto difficile partire in modo pulito dalla linea di partenza”.

Il vincitore dell’altra prova è stato Sebastian Koerdel (GER), che si è piazzato al secondo posto, a pari punti con l’azzurro Daniele Benedetti, che in questo momento si pone in terza posizione generale (2-5), dietro a Sills e Koerdel. Presenti anche Luca di Tomassi in diciannovesima posizione (35-7), Mattia Camboni in ventisettesima (13-42) e Nicolò Renna in cinquantacinquesima (UFD-31).

Per mercoledì è previsto un vento da nord, una direzione di aliseo più tipica per le Canarie. L’inizio delle regate è previsto per le 11 ora di Lanzarote.

Nacra 17 (dopo 3 prove)

Wilkinson/ Dawson (NZL), 2 punti
Majdalani/ Bosco (ARG), 4 punti
Van der Meer/ Bouwer (NED), 4 punti

iQFOiL femminile (dopo 2 gare)

Kantor (ISR), 7 punti
Aguilar (MEX), 8 punti
Spychakov (ISR), 8 punti
iQFOiL Uomini (dopo 2 gare)

iQFOiL maschile (dopo 2 gare)

Sills (GBR), 3 punti
Koerdel (GER), 7 punti
Benedetti (ITA), 7 punti

QUI LE CLASSIFICHE COMPLETE

Newsletter Saily