Milai Around The World, il Pogo dell’equipaggio giapponese, ha vinto la quarta tappa della Globe 40, tra Auckland in Nuova Zelanda e Papeete, Tahiti. 12 giorni, 15 ore e 39 minuti il tempo impegnato da Masa Suzuki e il suo co skipper Koji Nagakawa per completare le 2.298 miglia del percorso teorico (ortodromia), 2.598 le miglia effettivamente percorse a una velocità di 8,5 nodi.

Sette minuti dopo la barca del Sol Levante, al traguardo è arrivato Amhas dell’equipaggio anglo americano (Craig Hosfield e Oliver Bond). Un vero e proprio match race oceanico tra le due barche che si sono marcate per tutta la traversata, tranne un breve split dopo 4 giorni di regata.

Le rotte dei due primi classificati: in bianco quella di Milai, in rosa quella di Amhas

Amhas ha dominato gran parte della frazione, era ancora in testa a 130 miglia del traguardo, ma si deve accontentare del secondo posto in classifica, dopo un altro finale sul filo di lana come già accaduto nelle precedenti tappe della Globe 40, giro del mondo in doppio riservato ai Class40.

E’ sempre rimasto molto vicino ai primi Sec Hayai degli olandesi Frans Budel e Ysbrand Endt, però questo terzo posto in questa frazione mette a rischio la loro leadership in classifica generale.

A seguire, dopo la frazione Auckland – Papeete – forse una delle più “facili” almeno in teoria sulla carta – c’è una montagna da scalare per i cinque equipaggi ancora in gara, una quinta tappa tra Tahiti e Ushuaia e niente di meno che Capo Horn da doppiare.

220 visualizzazioni

Newsletter Saily