SABATO 17 LA SESTA E ULTIMA PROVA – FOTO – I due italiani in testa con 3 punti su Doyle, 4 su Cayard, 6 su Stipanovic… Il Mondiale Star Anniversario dei 100 anni, presented by Bacardi, all’Eastern Yacht Club di Marblehead (USA) verso l’epilogo dopo giorni di grande variabilità

La pazienza è la materia prima di questi Star Worlds del 100° anniversario: ogni giorno rinvii, richiami generali e meteo imprevedibile, di tutto un po’. La regata numero 5 di venerdì non è stata da meno, con un rinvio e un richiamo generale, seguiti da una partenza con bandiera nera per la flotta di 84 barche impegnate sul percorso di 10,3 miglia nautiche.

Si corre con le ferree regole della Stella olimpica: una sola regata al giorno, ma bella lunga, per un totale di 6 prove, il titolo del centenario si assegna così. E a una prova dalla fine, resistono al comando della classifica (che sciorina dei nomi notevolissimi, tante medaglie olimpiche di varie classi e tante stelle d’oro di iridati della classe) i nostri Diego Negri e Sergio Lambertenghi, tra tutti sicuramente i più devoti alla storica classe.

Nella quinta e penultima prova degli Star Worlds 2022, la brezza di 12 nodi è andata calando e la tensione aumentando. Il lato sinistro del percorso sembrava chiaramente favorito, ma il vento ha ribaltato quello che sembrava un vantaggio inequivocabile, spostandosi verso destra.

Molti equipaggi di classifica sono stati ingannati dalla brezza, accumulando traguardi a doppia cifra. Tra questi anche Negri e Lambertengji (16, che scartano, 2-2-5-4 gli altri piazzamenti grazie ai quali sono primi. A leggere le condizioni alla perfezione per gestire strategicamente meglio di chiunque altro sono stati Eric Doyle e Payson Infelise (USA), vincitori della Bacardi Cup 2019, che hanno vinto la prova e sono ora secondi a 3 punti da Diego e Sergio.

“Una giornata difficile”, ha concluso Doyle. “Inizio abbastanza ventoso, molto ambiguo, grandi cambiamenti di pressione. Sembrava che ci fosse molto più vento a sinistra. Poi la brezza stava andando nettamente verso destra, quindi abbiamo scelto quel lato al primo colpo. “

 Tonci Stipanovic e Tudor Bilic (CRO), campioni d’Europa 2022 e medaglia d’argento agli Star Worlds 2021, che erano secondi in assoluto in gara 5, pensavano di aver scelto la strategia giista scegliendo la sinistra, anche loro vittime del giro di vento (18). Si difende bene Paul Cayard con Fritjof Kleen a prua (l’ex prodiere tedesco di Diego Negri) (9).

Finale aperto, distacchi contenuti e l’ormai chiara imprevedibilità di questo campo di regata. Sarà una volata interessante: teoricamente tutti i primi cinque in classifica possono ambire al titolo o a un posto sul podio. Più facile ridurre la corsa al titolo dei 100 anni Star a quattro contendenti: Diego Negri e Sergio Lambertenghi (ITA), Eric Doyle e Payson Infelise (USA), Paul Cayard (USA) e Frithjof Kleen (GER) e Tonci Stipanovic con Tudor Bilic (CRO).

La gara 6 decisiva per il titolo e il podio del 100th Anniversary Star World Championship è prevista per le 12:00 (ora USA) di sabato 17 settembre.

TOP TEN DOPO 5 REGATE

1. Diego Negri / Sergio Lambertenghi (ITA 2021) – 13 pt

2. Eric Doyle / Payson Infelise (USA 1999) – 16 punti

3. Paul Cayard / Frithjof Kleen (USA 1988) – 17 punti

4. Tonci Stipanovic / Tudor Bilic (CRO 1991) – 19 punti

5. Jack Jennings / Pedro Trouche (USA 8464) – 26 punti

6. Jørgen Schoenherr / Markus Koy (DEN 8532) – 37 punti

7. Eivind Melleby / Joshua Revkin (NOR 2017) – 41 punti

8. George Szabo / Guy Avellon (USA 2009) – 42 pt

9. Mateusz Kusznierewicz / Bruno Prada (POL 2019) – 45 punti

10. Jim Buckingham / Phil Toth (USA 1958) – 47 punti

CLASSIFICA COMPLETA QUI

TRE GENERAZIONI IN GARA – La Star Class è una barca storica, con l’emozione di regatare spesso tramandata da generazioni della stessa famiglia. Unicamente per lo Star Worlds del 100° anniversario, le squadre sono state invitate a scegliere un numero velico personale e abbiamo incontrato Bob Lippincott la cui randa recita 1950.

“È il numero velico di mio nonno da quando vinse i mondiali nel 1950”, ha commentato Lippincott in riverenza a Robert Lippincott che ha vinto con Robert Levin. “È davvero bello navigare sotto il suo numero e significa molto per me e la mia famiglia”.

Per Danny Cayard, la storia di Star Class va più indietro, con suo padre Paul Cayard e suo nonno acclamati come campioni del mondo Star. Cayard Jr gareggia con il numero velico 1969, che rappresenta l’anno in cui suo nonno, Pelle Pettersson, papà della mamma, vinse i Mondiali di San Diego, USA. Il padre di Danny, Paul, è salito sul podio di Star Worlds ben sei volte, vincendo il titolo nel 1988 a Buenos Aires.

Per l’equipaggio di Danny, Jamie Buchan, il successo in Star Class si estende anche a suo nonno Bill, che ha vinto gli Star Worlds e l’oro olimpico del 1961, 1970 e 1985 nel 1984, e suo padre Carl che ha vinto gli Star Worlds del 1992 e l’oro alle Olimpiadi del 1984 a l’olandese Volante.

https://2022worlds.starchampionships.org/

446 visualizzazioni

Newsletter Saily