GIOVANI SPERANZE OLIMPICHE, IL FUTURO PASSA DALL’ITALIA – Nacra 17 (20), 49er (69) e 49er FX (56): 145 equipaggi da 32 nazioni di scena sull’Alto Lario – LA LISTA DELLE BARCHE ITALIANE E DEI 30 ATLETI IMPEGNATI

Appuntamento di grande rilievo sul lago di Como da martedì 2 a domenica 7 agosto: l’Alto Lario è il palcoscenico del Campionato Mondiale Junior 2022 delle discipline olimpiche acrobatiche della vela: il cat misto foiling Nacra 17, gli skiff maschile 49er e il 49er FX femminile (o iniziazione maschile). Il Mondiale Junior delle tre classi è organizzato dal rodato consorzio Multilario, con i circoli Aval Cdv di Gravedona ed Uniti e Marvèlia di Dongo, con la collaborazione della Regione Lombardia e della Provincia di Como.

Sono ben 144 gli equipaggi arrivati sul lago di Como già da giorni, per allenarsi e preparare le imbarcazioni in attesa dell’apertura di martedì, con la cerimonia inaugurale alla presenza del presidente federale Francesco Ettorre, del sottosegretario allo sport e ai grandi eventi di Regione Lombardia, Antonio Rossi e del Presidente di CONI Lombardia e Marco Riva.

Vediamo le attese, i numeri e i velisti italiani nelle tre discipline.

Nacra 17 – Sono 20, da 9 nazioni, gli equipaggi giovanili in gara, non una flotta particolarmente numerosa, che suona come un mezzo campanello d’allarme per il cat olimpico misto foiling, evidentemente considerata una disciplina difficile e costosa, con la conseguenza che in molti paesi si evita di far partire campagne olimpiche di lunga durata e si indirizzano i giovani su altre classi. Costi elevati, continui aggiornamenti nell’attrezzatura, e affidabilità della stessa, sono un freno alla reale diffusione planetaria, e prima o poi il CIO accenderà i riflettori, fermo restando che fino sai Giochi di Los Angeles 2028 il Nacra 17 assegnerà le medaglie ai Giochi. L’Italia, paese guida della disciplina, osserva il trend con interesse.

In questa classe l’Italia difende il titolo vinto negli ultimi tre anni consecutivamente da Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (Compagnia della Vela di Roma). In gara ci saranno due equipaggi azzurri (meno di Francia (3), Germania (3) e Olanda (4), che sembrano tra i pochi a puntare sulla disciplina). Ecco i nostri: Margherita Porro e Stefano Dezulian (Sezione Vela Guardia di Finanza) e Arto Hirsch e Elettra Orsolini (Compagnia della Vela di Roma). Per il podio occhio agli olandesi Laila van der Meer e Bjarne Bouwer che al Campionato europeo assoluto disputato ad Aarhus due settimane fa hanno concluso al nono posto.

49er – 69 equipaggi da 27 nazioni, numeri incoraggianti, bisogna considerare che benchè Junior, questi team scegliendo la disciplina olimpica fanno un passo importante nella carriera, con l’obiettivo di qualificarsi in un futuro più o meno lontano per partecipare ai Giochi. Qui polacchi Miko?aj Staniul e Kuba Sztorch cercheranno di confermare l’oro vinto in casa nel 2021, ma se la dovranno vedere con i francesi Théo Revil e Timothee Depery che, dopo aver sfiorato il podio lo scorso anno, ora puntano alla medaglia più importante.

Sette gli equipaggi azzurri iscritti: Gianmarco Mascia e Pietro Cordini (Circolo velico Porto d’Agumu), Edoardo Valletta e Riccardo Carnelli (Circolo Vela Bellano), Jan Pernarcic e Luca Coslovich (DN Sistiana), Michele Semeraro e Carlo Nicastro (Centro Velico 3V), Tommaso Battaglia e Niccolò Galimberti (Circolo Velico La Spezia), Lorenzo Pezzilli e Tobia Torroni (CV Ravennate/C.N. del Savio), Tommaso Banfi e Martino Provinciali (Circolo vela Bellano).

49er FX – Nell’acrobatico 49erFX (in versione femminile ma con presenze di equipaggi maschili giovanissimi in attesa del salto sul 49er) 56 barche al via da 18 nazioni. Spicca la nutritissima flotta tedesca, ben 14 equipaggi, più del doppio dell’Italia paese ospitante, segnale di un investimento preciso e una scelta di rotta chiara da parte della federvela in Germania.

Fra i favoriti c’è proprio un equipaggio tedesco, quello formato da Marla Bergmann e Hanna Wille, quarto a pari punti con il terzo al mondiale giovanile dello scorso anno in Polonia. Da ricordsare che nel 2021 il titolo era stato vinto dall’equipaggio italiano formato da Jana Germani e Giorgia Bertuzzi, adesso passate (con risultati di ottima prospettiva) nella flotta delle atlete adulte.

Ecco i 6 equipaggi italiani in regata: Sofia Giunchiglia e Giulia Schio (Circolo velico Sferracavallo) nelle acque dell’Alto Lario vogliono proseguire la scia positiva, iniziata con il nono posto alla regata Kieler-Wocke. Poi Arianna Passamonti e Giulia Fava (Nauticlub Castelfusano), già da due anni nel giro della squadra azzurra e presenti alle tappe più importanti del circuito vela olimpica; Gabriele Venturino e Filippo Vulcanile (Yacht Club Italiano), Federico e Riccardo Figlia di Granara (Circolo del Remo e della Vela Italia), Alfonso Palumbo (C.V. Bari) e Edoardo Conti del Circolo della Vela Arco, i fratelli Seneca Renzo e Alessandro Renzo Veronelli del Circolo Vela Cernobbio.

“La presenza sul Lario, a Gravedona, di 144 equipaggi che parteciperanno alle regate in rappresentanza di ben 32 nazioni – ha affermato il Presidente della Provincia di Como, Fiorenzo Bongiasca –  esplicita la portata di un avvenimento di grande rilevanza non solo sportiva ma anche turistica”.

“Come Sindaco di Gravedona ed Uniti – ha aggiunto Cesare Soldarelli – sono molto orgoglioso di questa manifestazione. Il lago di Como è famoso non solo per il turismo tradizionale ma si presta anche per esperienze straordinarie negli sport acquatici. E proprio l’Alto Lario è il bacino ideale per praticare la vela, a partire dalle scuole per arrivare ai livelli di vertice”.

757 visualizzazioni

Newsletter Saily