A chiudere il primo foglio dei passaggi, in ventesima posizione in tempo reale, il Mylius 60 francese Lady First III che è passato alle 9 e 30 di questa mattina.
La navigazione lungo il primo tratto è stata piuttosto complessa per tutta la flotta, con poche opzioni a disposizione oltre a quella di puntare dritto sulla Corsica, cercando di evitare le macchie senza vento per non fermarsi. In tutto questo, lo spettacolo della luna rossa che ha accompagnato tutti i navigatori durante la prima lunga notte, deve aver sicuramente regalato una serata particolarmente suggestiva.
Al momento la situazione è ancora in rapida evoluzione, con i primi scafi a circa 30 miglia da Genova e un ETA stimata questa notte per scoprire a chi andrà la Line Honours della Rolex Giraglia 2022. Ma la vera battaglia è nelle retrovie, per la vittoria vera della Rolex Giraglia che va al primo overall della classe più numerosa.
 
Intanto al Rolex Village, appositamente allestito per accogliere i regatanti, è tutto pronto per l’ospitalità H24, con happy hour al tramonto e rifornimenti senza sosta. Venerdì 17, alle 17:30 sarà l’occasione per la presentazione del docufilm realizzato dal videomaker Alberto Origone durante la prima edizione della RoundItaly(link is external).

Tracking online a questo link.(link is external)
Classifiche sul sito: www.rolexgiraglia.com(link is external)

2 VIDEO: GIRAGLIA NEWS CON MAURO PELASCHIER E IL FILM DEL PROLOGO DA SANREMO – Saint-Tropez regala una magnifica giornata nell’ultimo giorno delle prove inshore, domani è il giorno della vera Rolex Giraglia, con giro dello scoglio-faro a nord della Corsica e arrivo a Genova. Le previsioni di Ambrogio Beccaria. Slitta l’esordio di FlyingNikka – IL LINK AL TRACKING PER SEGUIRE LA REGATA
 

PARTITI! – Alle 12:00 il Comitato di Regata dello Yacht Club Italiano ha dato lo start alla flotta di 141 imbarcazioni per la regata lunga della Rolex Giraglia. Le barche sono partite alla volta della Corsica spinte da un vento leggero da Est

Dopo il suggestivo crew party Rolex di ieri sulla spiaggia della Ponche, questa mattina alle 12:00 puntuali sono iniziate le procedure di partenza per la prova lunga della 69ma edizione della Rolex Giraglia. Partenze regolari per la flotta che è stata separata in 3 gruppi di partenza, con i più grandi ad aprire la strada, seguiti a cadenza di 10 minuti dal Gruppo A e dagli scafi del Gruppo B, applauditi da centinaia e centinaia di persone affacciate sul golfo in diversi punti della cittadina francese.
Al colpo di cannone sono scattati in avanti il 100’ ARCA SGR di Furio Benussi e l’R/P 78 Capricorno, velocissimo in queste condizioni, così come la partenza da manuale del Wally 100 Tango, assente dai campi di regata da qualche tempo e Line Honours della Giraglia 2018, che è riuscito a partire in boa e mure a sinistra, sopravanzando tutta la flotta dei maxi.

Molto veloci anche le procedure degli altri due gruppi, forse favoriti da un temporaneo aumento dell’intensità del vento durante la loro partenza: circa 6/7 nodi da Est.
Consueta emozione nel vedere una flotta così eterogenea lasciare le banchine di Saint-Tropez e uscire dal porto in vista della ‘Lunga’: oltre 200 miglia dal meteo ancora incerto a vantaggio della suspense che regnava in banchina questa mattina.

Sicuramente sarà una Giraglia leggera e dai tempi incerti, tanto che il Comitato di Regata ha deciso per un accorciamento del percorso e di mandare le barche direttamente verso la Corsica, senza passare dal tradizionale disimpegno della Formigue. In ogni caso, le aspettative a bordo delle barche più competitive, sono quelle di una regata di oltre 24 ore per i più grandi, e di almeno 48 ore per i 50 piedi. Ma sarà tutto da confermare seguendo l’evoluzione meteo delle prossime ore, difficile azzardare previsioni, anche se la parola d’ordine in banchina per – quasi – tutti era quella di lasciare a terra ogni peso superfluo. Nel caso dei più agguerriti, anche di partire con equipaggio ridotto per risparmiare ogni chilogrammo possibile.

Grande successo per la diretta televisiva in streaming, a cura di Primocanale Production, con telecamere a terra, a bordo di uno dei 3 elicotteri che hanno presidiato la baia e di un gommone al centro dell’azione, incollato agli equipaggi fino alla spettacolare uscita dal Golfo di Saint-Tropez.  L’arrivederci ai regatanti, per questa edizione, è nelle acque di Genova dove allo Yacht Club Italiano è tutto pronto per accogliere la flotta: villaggio, che vuole dire focaccia a volontà come nella migliore tradizione della regata e generi di conforto per chi, sicuramente, arriverà affamato dopo tante ore in mare.

LA VIGILIA – Il Golfo di Saint-Tropez si è confermato ancora una volta un campo di regata meraviglioso, con ottime condizioni meteo tali da consentire lo svolgimento dell’ultima sessione di prove inshore della Rolex Giraglia 2022. Mentre i maxi si sono sfidati su percorsi a bastone davanti alle spiagge di Pampelonne, il resto delle barche hanno regatato su percorso costiero di 13 miglia. Condizioni di vento stabilizzate sul trend dei giorni scorsi, con il levante, inizialmente sui 6 nodi, che è andato poi a salire nel corso della giornata e mare poco mosso.

Con la conclusione delle costiere, l’attenzione di tutti è ora puntata sulle previsioni meteorologiche delle prossime 48 ore, in quel tratto di mare Ligure che da domani sarà il teatro della Giraglia numero 69. Rimane sempre difficile la lettura delle evoluzioni meteo dei prossimi giorni che, per il momento, si confermano piuttosto leggere e che danno l’unica certezza di mettere al sicuro il record del 2012 di 14 ore, 56 minuti e 16 secondi.

Tra i pretendenti alla Line Honours, rinvio per l’esordio in regata dell’atteso offshore foiler FlyingNikka di Roberto Lacorte: il team deve ancora completare alcune messe a punto della barca, proseguono sessioni di allenamento che stanno dando risultati notevoli, e ha preferito. rinviare ad altra occasione (probabilmente Maxi Rolex a Porto Cervo) la prima gara ufficiale. Ma non mancano altri grandi scafi che si contenderanno la vittoria in reale e l’assalto al record. Le condizioni meteo però appaiono leggere.

Dagli ultimi modelli meteo – commenta il navigatore Ambrogio Beccaria, che sarà a bordo del proto dello YCI Elo II con Mauro Pelaschier e i giovani velisti del Club – ci aspettiamo di completare rapidamente il primo avvicinamento alla Formigue sfruttando il regime di termiche, che potrebbero anche arrivare a 15 nodi. Una volta girata la boa e ci allontaneremo da terra, dovremo capire le opzioni migliori per la lunga tratta verso la Giraglia. Avremo sicuramente vento debole e i modelli attuali ci danno un passaggio dello scoglio alle 5 del mattino del 17 giugno. Da lì in avanti dovremmo – e il condizionale è un obbligo – avere un rinforzo da Est che ci accompagnerà fino a Genova”.

SU SAILY GLI AGGIORNAMENTI, LE FOTO E I VIDEO DELLA ROLEX GIRAGLIA 2022

 
Questi i risultatati finali dai campi di regata di Pampelonne al meglio di 4 prove

Il Maxi Jethou di Peter Ogden, domina nei classe IRC1. (1,1,1,1);
IRC2: Capricorno di Alessandro Del Bono (1,1,1,1);
ORC 0: Leaps & Bounds 2 di Jean Philippe Blanpain (1,1,1,1).
 
Per i gruppi ORC e IRC nelle inshore, questi i risultati al meglio di 3 prove:
IRC 1: Daguet 3 – Ker 46 – Frederic Puzin (12,2,2);
IRC 2: Les Minots de La Nautique – A 35 – Victor Bordes Laridan (2,2,1);
ORC 1: From Now On – Swan 45 – Fernando Chain (4,1,1);
ORC 2: Farfallina 2 – Corsa 915 – Davide Noli (3,1,1).
 
Con la premiazione delle prove francesi e la grande festa Rolex, si chiude il capitolo francese della regata Italo-Italien. Dalla spiaggia de La Ponche alla promenade di Genova. Dai brindisi del Rolex Party, al trasferimento verso la Liguria. Lo Yacht Club Italiano si prepara ad accogliere i circa 2.000 partecipanti all’ennesima vincente edizione della Rolex Giraglia. Il villaggio allestito presso il Porticciolo Duca degli Abruzzi è pronto. Immancabili la focaccia e altre specialità tipiche della tradizione eno-gastronomica ligure, che saranno sfornate senza sosta per accogliere i marinai, sfiancati dalle miglia della ‘Lunga’. Sabato alle 12 la premiazione, ma prima ci sono da affrontare 241 miglia.

QUI IL LINK AL TRACKING PER SEGUIRE LA REGATA(link is external)

www.rolexgiraglia.com(link is external)

Come seguire le regate – Da venerdì 10 fino a sabato 18 giugno, le fasi salienti delle regate saranno raccontate tutti i giorni grazie alla collaborazione con Primocanale Production. Diverse troupe di operatori saranno in mare e a terra e permetteranno così di vivere l’esperienza della regata al grande pubblico. In occasione della partenza della lunga, la diretta a partire dalle 11 di mercoledì 15 giugno con interviste, storia della regata e immagini registrate dell’evento e con commento tecnico in tempo reale dalle cabine di regia a Genova e Saint-Tropez. Tutti i giorni sarà possibile vedere sia in streaming in diretta sul canale YouTube dello Yacht Club Italiano, (link is external)sulla pagina Facebook dello YCI(link is external), così come su Primocanale Canale 10 digitale terrestre.

LA ROLEX GIRAGLIA – La Giraglia fu ideata in 1953 come una regata d’altura di 241mn. Da allora è cresciuta e oggi include la regata di avvicinamento da Sanremo e tre giorni di costiere nella Baia di Saint-Tropez. Nel 2022 questa classica regata celebra il suo 69mo anniversario. La Rolex Giraglia è organizzata dallo Yacht Club Italiano con la collaborazione dello Yacht Club Sanremo e della Société Nautique de Saint-Tropez. Con il patrocinio di: Yacht Club de France, Union Nationale pour la Course au Large (UNCL), International Maxi Association (IMA), Città di Saint-Tropez, Città di Genova e Città di Sanremo.
La Regata della Giraglia è prova valida per il Campionato Mediterraneo IRC-UNCL ed è parte del 2022 Mediterranean Maxi Offshore e Inshore Challenge di IMA. Rolex è title partner della Rolex Giraglia dal 1998 e festeggia quest’anno i venticinque anni di collaborazione con lo Yacht Club Italiano.

43 visualizzazioni

Newsletter Saily