IL RITORNO DELLA REGATA, LA PARTENZA E LE PRIME CLASSIFICHE – La Duecento del Circolo Nautico Santa Margherita oltre metà percorsoPassaggi a Sansego: nella tarda serata i primi arrivi a Caorle – IN ARRIVO VIDEO SU SAILY TV

La ventottesima edizione de La Duecento, organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita in collaborazione con la Darsena dell’Orologio, il Comune di Caorle e il supporto di Viteria 2000 è oltre metà percorso. Alle prime luci di Sabato 30 aprile, i primi passaggi a Sansego, che sono proseguiti per tutta la mattina.La prima imbarcazione assoluta e della categoria XTutti a lasciarsi alle spalle l’isola croata alle ore 05:00 è stata QQ7, Farr 53 di Salvatore Costanzo.

A pochi minuti di distanza l’altro leader della flotta, Mecube Gruppo Hera EE, veloce e leggero Farr 400 di Stefano Novello con Andrea Micalli alla tattica. Terzo assoluto e primo della categoria Multiscafi alle 05:25, Lightness, nuovo e leggero trimarano dell’austriaco Christoph Nitsch, che nelle andature al traverso con vento medio ha preso per alcuni tratti anche il comando assoluto della flotta. Il primo passaggio della categoria X2 alle 5:30 è stato quello di Hauraki, Millenium 40 di Mauro e Giovanni Trevisan, nel gruppo di testa fin dalla partenza. Passaggio al faro di Porer alle ore 08:18 anche per l’unico Mini 650 rimasto in regata, Yak di Francesco Guidetti-Roberto Pignat.

Nella notte lungo la costa istriana e al passaggio del Quarnaro, la flotta ha beneficiato di un allegro vento di bora, che ha permesso anche agli scafi meno performanti di continuare una veloce discesa verso il waypoint di metà percorso. Lo stesso vento ha continuato a soffiare anche nella mattinata, cominciando a ruotare per trasformarsi in vento di termica, che i leader hanno agganciato staccando il gruppo di diverse miglia. Nel corso della mattinata tutta la flotta ha passato Sansego, con Sita, Bavaria 36 di Sergio Smaniotto, a chiudere le fila alle 11:43. 

Il vento continua a soffiare benefico su La Duecento 2022 e i primi arrivi sono attesi nel tardo pomeriggio di sabato 30 aprile. La Duecento si corre con i sistemi compensati ORC, IRC e Mocra. La regata è organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita con il supporto con il supporto di Viteria 2000 e con la partnership di Cantina Colli del Soligo, Murphy&Nye, Antal, Upwind by Aurora, Wind Design, Venezianico, OM Ravenna, Dial Bevande, Birra Castello, Trim.

Per seguire la regata con i tracker satellitari: www.cnsm.org(link is external) e canali social Facebook e Instagram Circolo Nautico Porto Santa Margherita.

PARTENZA DI BOLINA- Suggestiva partenza di bolina per la ventottesima edizione de La Duecento, organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita in collaborazione con la Darsena dell’Orologio, il Comune di Caorle e il supporto di Viteria 2000.

Cielo terso, temperature primaverili e un benefico vento di nord-est intorno ai 10 nodi, queste le ottime condizioni per lo start di venerdì 29 aprile alle ore 11.00.

“La flotta ha prediletto la partenza mure a dritta, vista la direzione media del vento da 40°, distendendosi lungo la linea, dalla barca comitato verso il pin. C’è stato qualche tentativo di forzare la partenza rischiando di anticipare lo start, un rischio però calcolato che ha permesso ad alcuni scafi di guadagnare la posizione reputata migliore.” dichiara Sandro Fabietti Presidente del Comitato di Regata “La partenza è stata comunque regolare per tutti i concorrenti”.

52 gli iscritti all’edizione 2022 di questa classica lunga di casa CNSM sulla rotta Caorle- Grado- Sansego e ritorno, valida quale terza tappa del Campionato Italiano Offshore con il coefficiente 2.0 e per l’assegnazione del Trofeo Masserotti.

IL PRIMO CANCELLOALLA CHIESA DELLA MADONNA DELL’ANGELO – La prima imbarcazione assoluta e XTutti a passare il cancello posto di fronte alla Chiesa della Madonna dell’Angelo è stata QQ7, Farr 53 del ravennate Salvatore Costanzo, seguito a pochi metri da Mecube Gruppo Hera EE, veloce e leggero Farr 400 di Stefano Novello con Andrea Micalli alla tattica, pronto a sfruttare le condizioni favorevoli.

Terzo passaggio per un altro Farr, Overwind di Francesco Rigon e quindi Il Moro di Venezia XXVII di Alessandro Narduzzi, coadiuvato al timone dai figli Leonardo e Olivia.

Nella categoria X2 buon passo per la collaudata coppia Mauro e Giovanni Trevisan sul Millenium 40 Hauraki e per Demon-X di Nicola Borgatello-Silvio Sambo.

Tra i Multiscafi in gara, prende da subito il comando Namaste, dell’olimpionica austriaca di 470 Carolina Flatscher in coppia con l’alpinista (e velista) Klaus Zwirner, seguiti da Sayg I di Andreas Hofmaier- Eric Lentsch.

Meteo – Le previsioni meteo per l’edizione 2022, analizzate nel corso del Briefing Meteo tenuto da Andrea Boscolo presso la Darsena dell’Orologio nella serata di ieri, annunciano alta pressione, con venti oscillanti da gradiente e termiche locali lungo la costa istriana e il Quarnaro -strategicamente la zona dove spesso si decidono le sorti della regata- con la difficile gestione delle brezze che potrebbero aprire a rinforzi di vento sotto costa.

All’aggiornamento tracker del tardo pomeriggio, QQ7 di Salvatore Costanzo guida la regata all’altezza di Umago, seguito da Mecube Gruppo Hera EE di Stefano Novello, Hauraki di Trevisan-Trevisan e Overwind di Francesco Rigon.

I leader della flotta dovrebbero raggiungere Sansego in nottata, per fare poi rotta verso la boa Mambo 2 antistante il litorale di Lignano e quindi puntare verso il traguardo di Caorle.

IL RITORNO – Torna una delle regate più amate dell’Adriatico, La Duecento del Circolo Nautico Santa Margherita, organizzata in collaborazione con il Comune di Caorle e il supporto di Viteria 2000, terza tappa del Campionato Italiano Offshore con il coefficiente 2.0, valida per l’assegnazione del Trofeo Masserotti.

A Caorle, complice il sole che ha fatto capolino dopo settimane di condizioni quasi autunnali, fervono i preparativi per accogliere gli skipper che stanno giungendo in queste ore presso la Darsena dell’Orologio da tutto l’Adriatico e da Austria, Germania, Slovenia e Croazia.

Dopo la pausa degli ultimi due anni dovuta al Covid, il programma tornerà finalmente in presenza, con la voglia di incontrarsi in banchina e scambiare racconti ed emozioni.

La ventottesima edizione si è aperta giovedì 28 aprile alle ore 18.30 con lo Skipper Meeting tenuto dal Presidente del Comitato di Regata Sandro Fabietti, seguito dal Briefing Meteo a cura di Andrea Boscolo di sulle condizioni per l’area alto adriatica, propizie ad una regata bella e tecnica. La serata è proseguita con il Crew Party, organizzato presso il parterre della darsena in collaborazione con Birra Castello, Dial Bevande e Cantina Colli del Soligo.

“Siamo felici di tornare a vivere finalmente La Duecento insieme ai regatanti, che anche quest’anno hanno dimostrato entusiasmo e grande partecipazione, fin dal primo appuntamento con La Ottanta” dichiara il Presidente CNSM Gian Alberto Marcorin “Il nostro Trofeo Caorle X2 XTutti continua a crescere ed è bello ritrovare tanti amici. Tagliare il traguardo di una regata offshore, primi o ultimi, dopo aver vissuto tante miglia in condizioni diverse, è sempre una soddisfazione, a prescindere dal risultato.”

Newsletter Saily