SEGUICI ANCHE SU

Messaggio di errore

The spam filter installed on this site is currently unavailable. Per site policy, we are unable to accept new submissions until that problem is resolved. Please try resubmitting the form in a couple of minutes.

News | Regata > Vela Olimpica

20/03/2017 - 23:31

Video e cortesie

Raccapricciante:
onda sbriciola 470

Il video del rientro sfortunato di un 470 al Porto di Roma durante il CICO, girato dal giovane videomaker e velista Matteo Sammarco, che a Ostia ha collaborato con Saily TV. E qualche riflessione 

 

Se ti arriva l'onda brutta c'è poco da fare, o no? Sono usciti e rientrati tutti, tranne un Laser e un 470, due barche su oltre cento in regata. Quanto successo al 470 in questo video è in parte dovuto alla "sfortuna" di essere presi dall'onda perfetta, la più alta e frangente del pomeriggio, al rientro in porto. Si poteva prevedere, guardandosi intorno, e magari attendere un altro momento per passare? Forse si, forse no. Forse qualche gommone di assistenza avrebbe potuto aiutare a evitare i treni di onde più antipatiche.

Poi però c'è il dopo-scuffia. Rialzano la barca, l'albero è già rotto, e sono sempre in zona frangenti, stavolta in completa balia delle onde. In questi momenti l'assistenza si dimostra un po' titubante. I gommoni ci sono, ma non sembrano in grado di intervenire, così la barca scuffia rovinosamente altre due volte, con il rischio che qualcuno si faccia male. Solo un gommone scuro più grande, alla fine, sembra accorrere a dare una mano concreta, ma è ormai tardi.

Al di là di tutto, il Porto di Roma ha ospitato una bella edizione degli Italiani delle classi olimpiche, si è dimostrato un marina con delle potenzialità, per un evento del genere. Ma la problematica della barra all'uscita e all'ingresso del porto è gravissima, un impedimento a qualunque sogno di gloria, e va risolta con priorità assoluta, costruendo il braccio a sud che è già nei progetti da tempo.

PS- A proposito di "netiquette": qualche pseudo-giornalista ha ripreso il video da youtube pubblicandolo con la scritta "courtesy Samma Production". Courtesy indica la presenza di una autorizzazione o un accordo all'uso, che in questo caso non c'è stato. La clip è visibile e scaricabile da chiunque sul social video più popolare al mondo. Però, trattandosi di un giovanissimo videomaker appassionato di vela (accoppiata rarissima di questi tempi), sarebbe stata buona educazione chiedergli l'ok a pubblicare il video.

Commenti