SEGUICI ANCHE SU

Storia | Regata > Vela Olimpica

22/04/2016 - 21:19

Storie della vigilia di Finn Gold Cup

Da grande chissà,
ma oggi finnista

VIDEO PREVIEW - Tra due settimane, dall'8 al 13 maggio, si svolge a Gaeta la più importante regata velica dell'anno in Italia: il Mondiale del singolo olimpico Finn, la mitica Gold Cup. Entry list da capogiro, oltre 80 iscritti, medaglie olimpiche di ieri e di domani. C'è anche un giovanissimo italiano figlio d'arte: Federico Colaninno, 16 anni. Che in allenamento batte molti big... SPECIALE FINN GOLD CUP GAETA 2016 SU SAILY TV




Campioni del mondo, medaglie olimpiche, atleti giganteschi, muscoli al servizio del bordeggio, schiene rotte a tutto. Il mondo della classe Finn è fatto di leggende e di un presente ancorato al passato me proiettato nel futuro. Barche e uomini tutti d'un pezzo. Quest'anno, la "setta" del finnismo mondial, la più dura e massacrante (fisicamente e per livello tecnico), si ritrova in Italia, a Gaeta, per l'evento clou dell'anno olimpico, il campionato del mondo, la mitica Finn Gold Cup.

SAILY TV DA GAETA PER UNO SPECIALE DA NON MANCARE: LA FINN GOLD CUP "ITALIANA" VISSUTA DA DENTRO, CON LE VOCI DEI PROTAGONISTI, IL PROCESSO ALLE REGATE, LA CORSA ALLA SELEZIONE AZZURRA PER RIO 2016. LE EMOZIONI OLIMPICHE DELLA VELA, COME NON LE AVETE VISTE MAI. SOLO SU SAILY TV

Anche la entry list da 82 iscritti è stellare come la classe: nomi da capogiro, e tra i tanti superbig sbuca il nome di un giovanissimo e coraggioso rappresentate (del presente e speriamo futuro) della vela italiana: Federico Colaninno da Geata, classe 1999, di gran lunga il
 piu giovane rappresentante dell'intera flotta. 


Federico, portacolori dello Yacht Club Gaeta che è anche il circolo organizzatore dell'evento, non ha voluto perdere l'occasione di regatare in casa e poter fare un'esperienza unica e irripetibile dalla quale spera di portarsi dietro un enorme bagaglio utile per il prosieguo della sua carriera velica. Una carriera che parte da... papà: Nando Colaninno, decenni di esperienze sulle classi olimpiche a chiglia e nel circuito del match race, una partecipazione olimpica con Pietro D'Alì sulla Star a Sydney 2000. Com'è l'orgoglio di un papà che vede il proprio figlio teenager, anzichè attaccato allo smartphone, cinghiare nelle acque di casa con i più forti campioni della vela del suo tempo? Ve lo lasciamo immaginare...
 

In questi giorni di preparazione si allenano a Gaeta Giles Scott, Ed Wright, PJ Postma, Ivan Gaspic ed i nostri italiani Poggi, Voltolini e Baldassari che hanno "adottato" Federico e lo coinvolgono con entusiasmo nei loro allenamenti, breifing e lezioni di tuning.


"Girare tra le boe con questi campioni é per me già estremamente emozionante, e spesso sulla linea di partenza delle regatine che organiziamo a fine allenamento già mi tremano le gambe - racconta Federico - Spero e sono certo di uscire da questo mondiale con un'esperienza che mi porterò dietro per tutta la vita".


Dopo l'esordio continentale dello scorso anno a soli 15 anni con la partecipazione sempre a Gaeta all'europeo Star (a prua di papà Nando), tra tre settimane, a 16 anni, sarà il più giovane atleta sulla linea di partenza e alla sua prima esperienza iridata, grazie anche alla politica di investimento sui giovani della classe Finn, che ha messo a disposizione 4 posti per gli atleti juniores della nazione ospitante. 


Una Finn Gold Cup a tre mesi da Rio che accresce ulteriormente (qualora possibile) livello animi e tensioni, considerando che per molte nazioni, italia compresa, sarà ultima selezione per la scelta dell'atleta che rappresenterà la propria bandiera ai Giochi Olimpici 2016.
 

Le Fiamme Gialle Giorgio Poggi, Enrico Voltolini, Filippo Baldassari ed il triestino Michele Paoletti tra i più accreditati alla maglia azzurra del Coni. La flotta si trasferirà per pochi giorni a Hyeres per il tradizionale appuntamento eurosailing per fare poi ritorno a Gaeta agli inizi di maggio ed affilare le armi in attesa della battaglia finale.
 

Appuntamento per tutti il 7 maggio per la practice race, e a seguire da domenica 8 a venerdi 13 maggio con 10 regate di flotta e la Medal Race finale tra i primi 10.



SAILY TV DA GAETA PER UNO SPECIALE DA NON MANCARE: LA FINN GOLD CUP "ITALIANA" VISSUTA DA DENTRO, CON LE VOCI DEI PROTAGONISTI, IL PROCESSO ALLE REGATE, LA CORSA ALLA SELEZIONE AZZURRA PER RIO 2016. LE EMOZIONI OLIMPICHE DELLA VELA, COME NON LE AVETE VISTE MAI. SOLO SU SAILY TV

L'evento é organizzato da Yacht Club Gaeta, Sezione vela Fiamme Gialle, Club Nautico Gaeta e LNI Gaeta con il patrocinio del Comuni di Gaeta e Coni Lazio. Gaeta si conferma sede perfetta di grandi eventi velici. E a ottobre a Formia il CICO Campionati Italiani Classi Olimpiche.

yachtclubgaeta.it

2016.finngoldcup.org

Commenti

I-429 (non verificato)

Ricordo la Finn Golf Cup di Anzio 1972! Il mitico Bruder che sarebbe morto l'anno successivo nel viaggio per disputare la FGC in Bretagna! I primi alberi in alluminio. Che nostalgia! Buon vento a tutti e soprattutto al giovanissimo Colaninno

Adolfo MELLONE (non verificato)

Chi sei ? Io allora ero militare sul Terminillo, e non mi fu possibile nemmeno venire a curiosare. Ma la mia barca c' era, n.v. 117, Paguro, un vecchio Hannibal che però era ancora in grado di difendersi. Il suo pezzo forte era l' albero, un Bruder n 1936 comprato nuovo da Fabio Albarelli (mi pare), boma di legno di stessa provenienza, randa Morin tagliata -mi dissero- da Mauro Pelaschier. C' era perchè la avevo appena venduta al Tevere Remo che organizzava e voleva far correre qualche suo timoniere. Non seppi più nulla di quella barca, molti anni dopo cercai di rintracciarla per riportarla in vita ma non ci fu nulla da fare. Nostalgia infinita per quella meravigliosa barca !!!