SEGUICI ANCHE SU

Storia | Crociera > Viaggi

13/09/2017 - 22:31

Idee che fanno bene

Crotone-Barcolana
Navigo Ergo Sum

E' in corso Barcolana Navigo Ergo Sum, un progetto comune di Club Velico Crotone e Barcolana: dallo Ionio è partita una barca (celebre: il Moana 60 del Vendée Globe di Vittorio Malingri) che arriverà a Trieste. Con tappe a Bari, Ortona, Ancona, Marina di Ravenna, Venezia. Con a bordo giovanissimi velisti di tanti circoli dell'Adriatico, e tesori del territorio. Un esperimento destinato a diventare un classico e crescere ogni anno - GALLERY FOTO

 

L'unione fra Crotone e Trieste è sancita. Ma non solo: in realtà questo patto di... acqua di mare lega anche Bari, Ortona, Ancona e Venezia. E cioè le città che l'imbarcazione armata dal Club Velico Crotone - il famoso Moana (nella lingua polinesiana significa "Oceano") costruito nel 1991 da Franco e Vittorio Malingri e impegnato nel 1992 nella Vendèe Globe, nella quale non acciuffò il quarto posto a causa di una rottura, oggi di proprietà dell'armatore Nicola Pino - collegherà durante la sua navigazione verso il capoluogo friulano e la celeberrima Barcolana. La celeberrima regata, cioè, che quest'anno, alla sua 49esima edizione, tenta di stabilire il record di 2 mila barche partecipanti.

Il progetto si chiama Navigo Ergo Sum, è stato pensato e voluto proprio dalla Società Velica di Barcola e Grignano e dal Club Velico Crotone, ha tutta l'aria di una "prima volta" cui potrebbero seguire tante altre edizioni e ha suscitato l'interesse di Linea Blu della Rai, che ha girato a Crotone, a Bari e poi sarà a Marina di Ravenna e ovviamente a Trieste.

PRIMA GALLERY FOTO

Il Moana porta un carico prezioso: i ragazzi e i bambini dello Jonio e dell'Adriatico. A Crotone, nel nuovo marina del Club Velico, sono saliti, oltre all'armatore vicentino Nicola Pino e allo skipper  Francesco Cozzolino, in nove: Samuel Sacco (l'unico maggiorenne in procinto di andare all'Università proprio a Trieste), Marta La Greca, Marta Marafioti, Angela Lumare, Alice Ruperto, Michele Cavallo, Alessandro Cortese, Giuseppe Gaetano e Mauro Ruperto. Dopo 200 miglia di naviazione, anche con vento forte, sono arrivati a Bari, ospiti del prestigioso Circolo Vela Bari che ha messo a loro disposizione club house, ristorante e... docce.

Ed è nel capoluogo pugliese che è avvenuta la prima staffetta: i ragazzini baresi (Andrea Divella, Nicola Carnimeo, Gabriele Porcelli, Paolo Pettini, Marco Corrado ed Emma Carbonara), guidati dalla esperta navigatrice oceanica Valeria Di Cagno, sostituiranno quelli crotonesi e prenderanno il largo verso Ortona. Poi la barca farà rotta su Ancona, Ravenna - dove a bordo saliranno due leggende, Cino Ricci, il famoso skipper di Azzurra, e Matteo Plazzi, vincitore dell'America's Cup con - e infine Venezia e Trieste.

Commenta Mitja Gialuz, presidente della Società Velica Barcola e Grignano: "Per la Barcolana la partenza del Moana da Crotone ha un valore immenso. Il mare unisce terre distanti e promuove storie bellissime, come quella del Club Velico Crotone e dei suoi giovani straordinari. Vi stiamo preparando un'accoglienza speciale a Trieste. Buona navigazione!".

Gli fa eco Matteo Plazzi, ravennate, vincitore nel 2010 dell'America's Cup con Oracle, che si imbarcherà sul Moana 60 proveniente da Crotone con i suoi atleti del Circolo Velico Ravennate. Questo l'affettuoso messaggio indirizzato al Club Velico Crotone: "Chapeau a Barcolana e al Club Velico Crotone per l’iniziativa Navigo Ergo Sum. Il circolo calabrese ancora una volta dimostra fantasia, perseveranza e voglia di fare!!! Provo emozione nell’attesa di dare il benvenuto al giovane equipaggio che si presenterà a Marina di Ravenna il 20 settembre e ancor di più nel pensare al trasferimento che vedrà coinvolti i nostri giovani atleti in direzione Venezia. Grazie per aver voluto il Circolo Velico Ravennate al vostro fianco. Un abbraccio".

Francesco Verri, presidente del Club Velico Crotone, chiosa: "Stiamo lavorando duro e in squadra da anni e i risultati pian piano stanno arrivando. Aver legato Crotone a una realtà straordinaria come Barcolana, modello di professionalità e spettacolo, valorizzazione del territorio e positività, è miracoloso. Vogliamo meritare tanta fiducia continuando a metterci l'anima con passione e umiltà, imparando ogni giorno dai grandi circoli che generosamente ci stanno indicando la strada. Con Bari e Ravenna sono nate, ad esempio, grandi intese che daranno presto altri frutti. Con il solito scopo: stimolare la fantasia, l'intraprendenza, la volontà dei nostri giovani, non a caso autentici protagonisti del viaggio verso Trieste"

L'idea è che Barcolana Navigo Ergo Sum e la rotta Crotone-Trieste con le sue tappe intermedie e i suoi valori, diventi un appuntamento annuale, e che si allarghi a un trasferimento in flottiglia, un rally che raccolga le barche che vogliono andare a fare la Barcolana. 

NELLA SEZIONE GALLERY UNA AMPIA SELEZIONE FOTOGRAFICA DEL VIAGGIO, CHE PROSEGUIRA' SEGUENDO LE TAPPE

Commenti